Non è il contrario del post precedente :D.

Purtroppo…

Però forse è qualcosa di meglio. Ho finalmente sentito (e scaricato) il nuovo singolo dei Placebo: Song To Say Goodbye!

Bella canzone, mi piace: sono curioso di sentire l’album. Manca ancora poco!

Advertisements

19 thoughts on “

  1. …ma cazzo…emh…scusa…
    io qui non centro niente, ma stavo facendo un giro (in internet) e sono sorpresa di sapere che riesco a perdermici dentro (come se non bastasse nel mondo reale…) cmq non posso non commentare. la canzone è bella davvero! però ho visto il video…mmmmh…fa un po’ strano, te l’hai visto???? scappo…come faccio sempre…ciau!

  2. Ciao Jackie e benvenuta sul mio blog!
    Scusa se ho approvato solo ora il tuo commento, ma ero in vacanza :-D.
    Il video di Song to Say Goodbye è semplicemente meraviglioso! Forse perchè rappresenta dei sentimenti che vivo io o che vivono amici molto vicini a me…
    Chi non s’è mai sentito troppo oppresso dalle responsabilità che ci riserva la vita?
    Ecco comunque i link al video:
    Windows Media Player
    Real Player

  3. no…cioè non intendevo il concetto (quello ha colpito anke me…) parlova delle immagini, dei colori…non sembra nel loro stile e a me il loro stile nel fare i video piaceva molto…magari è solo l’impatto, abituandomici potrei cambiare idea… beh ciau…
    approposito, ho visto che hai visto una buona parte di mondo…qual’è l’ultima vacanza?

  4. Ah sì… su quello hai ragione: le immagini sono in qualche modo non nel loro stile, ma non per questo di minore impatto.
    Di sicuro il video di Because I Want You è più standard. In quel video ci sono un paio di passaggi in cui Brian sembra quasi un bel ragazzo :-D.
    Sono appena tornato da Mosca, le foto sono già online nella gallery, ma ancora senza commento e in realtà dovrei pubblicare anche un post a riguardo.

  5. …non lo vedo bene! per consolarmi mi ascolto lady of the flowers…eee beh! cmq grazie…sei il mio “risolvi dilemmi” !! 😉

  6. …mads, space monkey…no…mi piacciono tutte! direi che sono tornati alle origini (fortunatamente dato che placebo e without you I’m nothing sono, secondo me, i migliori)

Comments are closed.