Articles

Barcelona

In Travels on September 18, 2005 by Pino

Eccomi finalmente e ufficialmente tornato dalle vacanze. Come sapete bene sono stato qualche giorno a Barcelona ed ecco qui le foto per i piacere dei vostri occhi.
La città alla fine mi è piaciuta, anche se inizialmente non volevo andarci (Jens mi ci ha costretto), ma direi che non ci vorrei perforza tornare al più presto🙂.

8 Responses to “Barcelona”

  1. bentornato!
    barcellona e’ una citta’ magnifica in cui prima o poi vorrei ritornare

  2. In cosa è magnifica?😦
    Jens era stupefatto per l’arte che c’era… Quale? Roma è piena di arte, non Barcelona… Mah… Poi cacchio, più blasonata no? Sembra che il mondo sia diviso tra chi c’è stato e chi ci vuole andare! In ambiente gay poi non ne parliamo. Manco fosse San Francisco😀
    Beh comunque ognuno ha il diritto di pensarla come vuole. Io non riuscirei mai a far meno di Parigi Paris o di Praga Praha, altri di Barcelona…

  3. non ho detto che metterei sullo stesso piano barcellona e parigi (se scrivi parigi perche’ non scrivi barcellona?!), ma che e’ una magnifica citta’ con una bella vita nottorna anche. l’arte e’ particolare, non e’ roma ovviamente e nemmeno parigi o san pietroburgo, pero’ ha degli aspetti interessanti.

    sull’ambiente gay vuoi dire che e’ come san francisco? e comunque dovete venire a trovarmi a new york … !

  4. Contento?🙂 Comunque hai ragione, sarebbe regola del sito scrivere i nomi delle città così come sono nella lingua originale… Chiedo venia!😀
    Sì non è che mi sia dispiaciuta come città, solo, boh… Partivo un po’ prevenuto e non ho perso tutta la diffidenza.
    Allora a NYC vengo di sicuro… ma non prima che tu mi spieghi perchè prima vai a Paris e solo dopo, forse ma forse, vieni a trovare me a Berlin😉

  5. si sono contento ora!!!🙂
    dunque riguardo a parigi … perche’ ho voglia di rivedere il figlio di questi miei amici🙂 e poi comunque vengo a trovarti nella mia wishlist di amazon ho gia’ messo la guida lonely planet di berlino!!!🙂 non avere paura vengo a trovarti, devo solo organizzare la cosa …

  6. mi sono detto prendo la connessione veloce a casa cosi’ non devo usare quella dell’universita’ e posso invece che surfare il web lavorare … invece!
    ho guardato le tue foto, una domanda: nella foto 46 lo striscione e’ uno striscione di partito od associazione comunista barceloneta? ovvero la stella rossa che si vede e’ la *stella rossa*?

  7. Non preoccuparti per Paris😉 Perdono chiunque ci vada😉
    Se vuoi una LP di Berlin, ne ho io una. Non è l’ultima versione, ma è cmq molto buona e poi la puoi sempre intregrare coi miei suggerimenti.
    Nella foto incriminata la stella rossa è La stella rossa, sì. Era l’11 settembre, festa regionale catalana e non ho ben capito come… la città si è riempita di slogan comunisti.

  8. da http://www.11setembre.org/

    11 September, The National Day of Catalonia

    On 11 September Catalonia commemorates the defeat it suffered at the hands of the Spanish troops of Felipe V of Bourbon in 1714. Catalonia, which had been a sovereign nation up to that point, lost its national rights and liberties, with its own laws abolished and Catalan language and culture banned.

    After many years of darkness, in 1932, under the II Spanish Republic, Catalonia acquired a Statute of Autonomy which recovered some of its national rights. However, after the Civil War, the Franco dictatorship brought with it the toughest repression that Catalonia had ever endured, to a point that could be described as attempted cultural genocide. Thousands and thousands of people suffered retaliation and may were shot. These even included the President of the Government of Catalonia, Lluís Companys, the only European president executed under Nazism-fascism.

    In 1979 the new Statute of Autonomy of Catalonia was approved, giving the country its own institutions and government, but to date a satisfactory level of self-government has still not been attained.

    potrebbe essere che come nel caso del 25 aprile sia diventata con il passare del tempo una festa rossa, anche se intenzionalmente non lo e’.

Comments are closed.

%d bloggers like this: