Articles

Astensionismo

In Society on June 14, 2005 by Pino

Anche nel caso del passato referendum, così come quando ho sentito le stupidaggini sul gaypride, mi astengo da ogni commento, calando un velo pietoso sulla questione.
È interessante vedere che chi fino a 2 giorni fa invitava i cittadini a non votare perchè l’argomento è troppo complicato oggi parla del popolo italiano definendolo maturo.
Ma ancora non riesco a dimenticarmi di Rutelli. Al pensiero che qualche anno fa l’ho pure votato sperando che andasse al governo al posto di Berlusconi mi faccio schifo. Mi vorrei lavare le mani da quell’onta, distruggere quella matita, quella scheda (benedetto sia il proporzionale nel quale ho votato altro). Brrr.
Ed ecco che ho deciso che mi asterrò anch’io nel futuro. Mi asterrò dal votare alle elezioni politiche, perchè, in fondo, che ne so io? troppo complicato…
Chiederò asilo in Germania😀

3 Responses to “Astensionismo”

  1. Cosa dire…è triste dirlo ma forse noi italiani siamo veramente ciò che ci urta sentire all’estero: cioè solo spaghetti, mandolino e mafia. L’immagine che abbiamo oggi nel mondo ce la meritiamo, diciamo grazie ai nostri politici. Quando questo paese dal nepotismo passerà alla meritocrazia (cioè mai), non sentiremo politici che diranno certe cazzate sui referendum, non avremo più un modo di pensare da bigotti papa boys.
    C’è asilo anche x me in Germania?🙂

  2. whatever

  3. Ecco, bravo, lasciaci in balia del Nano Pelato, del Piacione e di tutto il teatrino. Non te ne andare!
    O magari… trova un posticino anche per il buon vecchio arry in DLR…

Comments are closed.

%d bloggers like this: